Home -Magiaverde logo  
Un alto Magiaverde logo
www.Magiaverde.org

 

Un Altro Mondo e' Possible
menu icon Chi Siamo
menu icon
menu icon
menu icon
menu icon
menu icon
menu icon

Magiaverde - Archivio ricette

Magiaverde - Archivio Ricette

Nelle Upanishad si legge 'Dal cibo deriva ogni creatura, che vive grazie al cibo e dopo la morte ritornerà al cibo'. Nell'ambito della cultura indiana il cibo è molto importante in quanto se viene scelto nel modo giusto oltre a nutrire ci aiuta ad aumentare le nostre difese immunitarie dando equilibrio alla nostra costituzione psicofisica. Per questo è sacro: è la manifestazione della energia cosmica, dono divino della Madre Terra. L'Ayurveda, la Scienza della vita, contiene informazioni importantissime su come scegliere e cucinare gli alimenti per dare armonia alla propria alimentazione. Con l'alternarsi delle stagioni nel nostro organismo si verificano continue trasformazioni, quindi l'Ayurveda stabilisce un preciso insieme di regole per quanto riguarda l'alimentazione e le attività della nostra vita quotidiana, tenendo conto dei diversi periodi dell'anno in cui ci troviamo. Queste regole mirano a mantenere uno stato costante di equilibrio e quindi a prevenire l'insorgere di numerosi disturbi psicofisici. Ritucharya è il regime (charya) secondo le stagioni (ritu), l'insieme di regole che vanno seguite durante le diverse stagioni per mantenersi in buona salute. Ritucharya fa parte delle pratiche legate alla prevenzione, infatti secondo il Sushruta Samhita seguendo le prescrizioni del Ritucharya si evitano le malattie legate alle variazioni climatiche stagionali.

In primavera si scioglie quell'eccesso di umidità accumulatosi durante l'inverno (Kapha), quindi sono frequenti problemi digestivi, febbre e raffreddore. E' consigliata una cura tonificante, bisogna fare molto esercizio ed evitare di dormire durante il giorno. La spezia indicata in questa stagione è lo zenzero, che stimola agni, il fuoco della digestione. Altre spezie da usare sono la cannella, l'aglio, il peperoncino e il pepe. Si consiglia una dieta leggera e vegetariana. Meglio evitare i latticini. Le verdure consigliate sono le cipolle bianche, spinaci, bietola, cicoria, insalata. Evitare dolci e sostanze acide.
Dieta consigliata: al mattino e dopo i pasti tisane di zenzero e cannella. Portare ad ebollizione per pochi minuti, lasciare in infusione le spezie per qualche minuto, filtrare e aggiungere miele.
Pasti principali: insalata di finocchi tagliati a fette sottili, coperti di zenzero tritato e fette di pompelmo rosa. Cipolle bianche in umido con semi di cumino, alloro, curcuma e curry. Riso integrale. Salsa di pistacchi, zenzero, prezzemolo e limone. Radicchio saltato con semi di cumino. Germogli di fieno greco e tofu alla piastra con semi di cumino e salsa di soia. Asparagi alla besciamelle con curcuma, noce moscata e pepe. Vellutata di spinaci e zucca con zenzero fresco e basilico.
  • Tortino di miglio con zucca e olive.
    Scaldare la zucca al vapore, ridurla in poltiglia e aggiungere le olive nere a pezzetti. Cucinare il miglio in un brodo vegetale a cui si è aggiunto un cucchiaino di curcuma e mezzo di curry, aggiungere a fine cottura la zucca. Mescolare per alcuni minuti, poi mettere il tutto in una pirofila, coprire di gomasio e infornare per 15 minuti.
  • Patate e bietole al curry.
    Fare un soffritto di olio di oliva, zenzero, cumino, semi di fieno greco, coriandolo e cardamomo. Aggiungere l'acqua e quando è tiepida aggiungere curcuma e curry, aggiungere poi le patate tagliate a fette, salare e a metà cottura aggiungere la bietola. A fine cottura si può aggiungere un trito di prezzemolo o coriandolo.

In estate Kapha comincia a diminuire mentre aumenta Pitta, il calore. Si rischia l'aggravarsi di problemi di salute legati ad eccesso di Pitta. L'energia fisica diminuisce e ci si sente subito stanchi per l'eccesso di sale presente nell'atmosfera. I disturbi piu` gravi e comuni sono: debolezza generale, indigestione, difficoltà di prendere sonno, mal di testa dovuto a eccesso di calore. Bisogna mangiare cibi leggeri e freddi, dolci, in particolare la frutta, i succhi di frutta freschi, il latte, i fiocchi di riso, il burro, lo sciroppo di canna da zucchero, marmellate, sorbetto di limone, ananas, pomodori.
Dieta consigliata: al mattino e durante il giorno frullati, succhi di frutta, lassi (bevanda frullata con yogurt, acqua e frutta di stagione). Infuso di ibisco, tisane di malva o di semi di finocchio.
Pasti principali: Pasta al pesto di coriandolo con pistacchi e zenzero. Riso basmati. Yogurt con fette di ananas. Yogurt con fette di cetrioli, sale e menta. Pasta con ocra e pomodoro. Le ocra si trovano oramai anche in Italia, sono molto rinfrescanti. Vanno cucinate senza mai aggiungere acqua e vanno asciugate perfettamente prima di cuocerle. Sono ottime per condire la pasta. Pasta alle zucchine con cumino e basilico. Insalate miste di verdura di stagione con gomasio. Budino di riso con cocco, mandorle e uvette. Macedonia di frutta di stagione. Risotto con fagioli mungo decorticati. Riso allo zafferano. Peperonata speziata con curcuma, cumino, cardamomo e coriandolo.
  • Zuppa di fagioli mungo decorticati (dal).
    Si tratta del legume più digeribile e leggero, adatto ai mesi estivi, si consiglia di mangiarlo due o tre volte alla settimana. Si prepara un soffritto di sedano, carote con cumino, coriandolo, salvia, timo e rosmarino. Si aggiunge l'acqua che deve essere tre volte la quantitù di dal, quando è tiepida si aggiungono la curcuma e il curry, salare, aggiungere il dal e cucinare a fuoco lento finchè si addensa, aggiungere fettine di pomodoro senza buccia e semi. A fine cottura aggiungere un trito di prezzemolo, basilico e il succo di mezzo lime.

Durante l'autunno domina Vata, accumulatosi col secco dell'estate. Abbiamo bisogno di cibi oleosi, caldi, di gusto dolce, acido e salato Con l'avvicinarsi del freddo agni acquista potere ed energia, possiamo cominciare a mangiare più che in estate. Frutta secca, fritti, agrumi, latticini diventano facilmente digeribili. La spezia più indicata è il cardamomo. Sono raccomandati bagni caldi e massaggi.
Dieta consigliata: a colazione e dopo cena latte speziato (con frutta secca, cannella, chiodo di garofano, curcuma e cardamomo). In caso di insonnia aggiungere un pizzico di noce moscata. Dopo pranzo thè verde o tisana di zenzero e limone col miele.
Pasti principali: riso al limone o Pulao (Pulao è un risotto che si cucina con riso basmati, piselli, carote, fagiolini, uvetta, anacardi, curcuma e curry), verdure di stagione al curry, zucca con piselli, pickle di zenzero e limone, kaddy con frittelle di spinaci, seitan con ragù vegetale ai funghi, insalata di radicchio e avocado con olive, zuppa di verdura di stagione piccante con zenzero.
  • La zucca coi piselli si prepara facendo soffriggere lo zenzero con qualche seme di fieno greco, cardamomo e cumino con timo, salvia e rosmarino. Aggiungere acqua, quando è tiepida aggiungere curcuma e curry, aggiungere la zucca tagliata a cubetti e i piselli fatti già bolliti a parte. Salare e a fine cottura aggiungere prezzemolo tritato o coriandolo.
  • Il pickle di limone e zenzero si prepara con i resti della tisana , si taglia a dadini piccolissimi il limone (che deve essere biologico), si aggiunge allo zenzero, si sala il tutto abbondantemente e si lascia in un vasetto di vetro per alcune ore. Poi si fa soffriggere in olio di oliva con semi di fieno greco e curcuma. Si usa per condire il riso basmati. Si può anche conservare per alcuni giorni coprendolo di olio. Si può a seconda dei gusti aggiungere peperoncino in polvere.
  • Il riso al limone è un piatto molto semplice che si prepara con il riso basmati già bollito, facendolo soffriggere in olio con semi di mostarda e anacardi, a cui si aggiunge una ciotola di succo di limone in cui si è sciolto mezzo cucchiaio di curcuma e uno di curry. Si adorna con basilico o coriandolo.
  • Il kaddy si prepara mescolando a freddo lo yogurt(1/2 litro) con l'acqua (1/4 di litro) con sale, curcuma e un paio di cucchiai di farina di ceci. A parte si prepara un soffritto di semi di mostarda, cumino, coriandolo, timo, salvia e rosmarino con olio di oliva. Si versa la miscela di yogurt e si fa cuocere a fuoco lento mescolando per circa 20 minuti. Poi si adorna con basilico o prezzemolo. Nel kaddy si possono mettere delle frittelle di spinaci fatte con pastella di farina di ceci.

In inverno di solito non si manifestano gravi problemi di salute perché il clima è molto sano e i DOSHA sono in equilibrio. È questo il momento dell'anno in cui il nostro organismo si rinforza. Il freddo rinforza AGNI e quindi la nostra capacità di digerire, così aumenta l'appetito e possiamo mangiare cibi pesanti e in abbondanza. Durante il primo mese invernale KAPHA comincia ad aumentare e ad accumularsi, PITTA è in equilibrio e VATA diminuisce. Gli unici disturbi che si possono presentare sono casi di febbre e vomito. Sono indicati i massaggi con oli e polveri medicate, le fumigazioni, l'applicazione di oli alla testa, saune e bagni caldi, bagni solari. Si suggeriscono cibi dolci, acidi e salati: questi tre gusti insieme consentono una buona eliminazione delle feci e delle urine. Il sapore dolce rinforza particolarmente l'organismo. Il cibo deve essere caldo, grasso e nutriente, denso e oleoso. Si possono mangiare carni e fritti. Bisogna mangiare almeno due volte al giorno, con qualche spuntino in caso di fame eccessiva, occorre far lavorare AGNI mangiando in abbondanza, altrimenti AGNI comincerà a consumare la nostra energia interiore indebolendoci. Le notti sono più lunghe, quindi al mattino, dopo essersi lavati, è bene fare una colazione abbondante (latte, frutta secca, semolino, dolci di riso, torte) evitando troppe bevande che possono togliere l'appetito (the e caffè). Evitare anche la macedonia di frutta, i frullati. Le spezie da usare durante questa stagione sono il cumino e l'assafetida. Durante il pranzo si consiglia di mangiare formaggio, burro e torte. Chi non è vegetariano può mangiare carne e pesce.
Dieta consigliata: al mattino e dopo i pasti tè con zenzero.
Pasti principali: riso integrale, risotto di verdura di stagione (pulao) con uvetta e coriandolo, pasta con funghi e tofu, frittelle di carciofi, curry di carciofi, fagioli al curry, riso e lenticchie, ceci con verza e carote, humus con pane integrale, insalate miste, 'chutney', 'pickle', porridge di avena con cannella e frutta secca, mele al forno con chiodi di garofano e cannella ripiene di fichi secchi, pane con burro, budino di riso col latte e la frutta secca, riso al cocco con zafferano, chiodi di garofano e zucchero, mele, arance.

In tutte queste ricette l'uso sapiente delle spezie permette di modificare le proprietà dei cibi, adattandoli ai diversi momenti dell'anno.

I pranzi stagionali che organizziamo a Pistoia presso la sede di Magia Verde si ispirano a questi concetti così importanti per migliorare la nostra alimentazione. Su questo tema Maria Pia organizza inoltre vari seminari durante la permanenza in Italia in primavera. Per maggiori informazioni su queste iniziative contattare Luciano info@magiaverde.org.

 

email: info@magiaverde.org